QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 21°21° 
Domani 21°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
mercoledì 19 giugno 2019

Attualità mercoledì 27 giugno 2018 ore 17:20

Il Comune calmiera gli aumenti Ctt Nord

La giunta ha deciso di coprire di tasca propria parte degli aumenti imposti dalla Regione. Ma per i biglietti di corsa semplice le risorse non ci sono



LIVORNO — Gli aumenti tariffari del Trasporto pubblico locale, imposti dalla Regione Toscana a partire dal primo luglio 2018, a Livorno avranno effetto solo in parte. La giunta ha infatti deciso di investire risorse comunali per coprire la differenza tra le vecchie e le nuove tariffe, scongiurando l’aumento almeno degli abbonamenti.

“Evitare l’aumento del costo dei biglietti singoli non è possibile perché costerebbe troppo - ha spiegato il sindaco Filippo Nogarin - Per questo abbiamo deciso di concentrarci sugli abbonamenti, azzerando gli aumenti per tutti i cittadini con reddito Isee inferiore ai 36mila euro, che rappresentano oltre il 70% dell’utenza del trasporto pubblico a Livorno. In questo modo premiamo chi utilizza l’autobus con maggior frequenza”.

La decisione numero 189, approvata nel corso della giunta straordinaria convocata ieri, è stata immediatamente trasmessa a Ctt Nord e impegna il Comune a investire risorse proprie per coprire la differenza tariffaria.

“Questo aumento tariffario è la negazione di ogni politica di mobilità sostenibile - ha commentato l’assessore alla mobilità Giuseppe Vece - ed è per questo che abbiamo deciso di bloccarlo almeno in parte. La Regione aveva promesso che, con il gestore unico, a Livorno avremmo avuto 350mila chilometri di corse in più a fronte di un leggero aumento dei biglietti e degli abbonamenti. A sei anni distanza la gara è ancora un’incognita, il potenziamento del servizio non c’è stato, ma l’aumento tariffario per i cittadini sì. Questa è una follia, determinata dalla necessità di far coprire agli utenti i costi della mancata riorganizzazione ed efficientamento del servizio”.

“Come Comune di Livorno - ha concluso Vece - abbiamo deciso di fare il contrario e andare incontro alle esigenze dei cittadini, incentivando la mobilità sostenibile e dunque l’uso dei mezzi pubblici. Per il momento le agevolazioni arriveranno fino alla fine del 2018, ma inseriremo questa previsione di spesa a bilancio, in modo da garantirle anche per il prossimo anno”.

Le tipologie di abbonamento che non subiranno alcun incremento in seguito alla decisione della giunta comunale sono quelle riservate a cittadini con reddito Isee fino a 36.151,98 euro, ordinari e per studenti e lavoratori, mensili e annuali. A questi vanno aggiunti i nuovi abbonamenti trimestrali che entreranno in vigore a partire dal 1 luglio 2018. In totale si tratta di circa 35mila abbonamenti.

Potranno beneficiare della cancellazione dell’aumento tariffario i cittadini residenti a Livorno, con Isee inferiore ai 36.151,98 euro e, per quanto riguarda la categoria dei lavoratori, in regola con i pagamenti dei tributi al Comune. Per confermare questa ultima condizione, verrà creato un modulo per l’autocertificazione che verrà distribuito presso l’Urp e gli uffici di Ctt e sarà anche scaricabile dal sito del Comune.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Attualità

Attualità