QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 21°27° 
Domani 21°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
lunedì 16 luglio 2018

Cronaca sabato 07 aprile 2018 ore 11:34

Falso avvocato truffatore acciuffato a Napoli

Spacciandosi per "avvocato Molinaro" oppure carabiniere avrebbe messo a segno almeno 18 truffe, molte delle quali a Livorno



LIVORNO — Un 58enne pregiudicato partenopeo, ricercato per truffe commesse con alcuni complici nel 2015, è stato trovato e arrestato dai "falchi" della polizia nella centralissima via Toledo a Napoli.

Il mandato di cattura era stato emesso da Livorno, poiché le indagini condotte dai poliziotti della squadra mobile e dai carabinieri del nucleo investigativo labronici avevano portato alla sua identificazione certa.

La banda, composta da campani, agiva con un modus operandi ben oliato. Un truffatore, spacciandosi per avvocato, contattava telefonicamente le vittime, sempre persone anziane, raccontando che uno dei loro figli o nipoti era stato fermato dai carabinieri, in quanto rimasto coinvolto in un grave incidente stradale, e che aveva urgente bisogno di denaro, perché sprovvisto di copertura assicurativa. Il finto avvocato precisava poi che i soldi devevano essere consegnati ad un suo incaricato, che regolarmente si presentava a casa delle vittime, per farsi consegnare monili in oro, denaro contante e ogni oggetto di valore. 

L'identificazione dell'uomo del 58enne ora arrestato era avvenuta grazie a un'operazione condotta dalle forze dell'ordine di Lucca. Nello specifico, nel novembre del 2015 venne arrestato in flagranza di reato per due truffe compiute a danno di anziani. L'uomo venne trovato in possesso di 2.800 euro in contanti, poco prima sottratti alla vittima lucchese, e di altri 2.700 euro sottratti nella mattina a una vittima di Livorno.

Il 23 aprile 2016, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Livorno, su richiesta della locale procura, polizia e carabinieri arrestarono i suoi cinque complici, mentre di lui si erano perse le tracce. Dopo alcune segnalazioni in Messico ieri l'arresto in pieno centro a Napoli. Per tutti l’accusa era di associazione per delinquere finalizzata alle truffe aggravate.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Sport

Attualità