QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 23°23° 
Domani 24°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
lunedì 22 luglio 2019

Attualità mercoledì 19 giugno 2019 ore 15:17

In carcere studia e si laurea con 110 e lode

Momenti di forte emozione dietro le sbarre de "Le Sughere", dove un detenuto della sezione alta sicurezza ha discusso una tesi sui social network



LIVORNO — Tra la grande emozione dei presenti si è svolta oggi, mercoledì 19 giugno, la discussione della tesi di laurea del detenuto C. D. della sezione alta sicurezza della Casa Circondariale di "Le Sughere" di Livorno.

Alla presenza di molti familiari, degli educatori, della Polizia Penitenziaria, del direttore del carcere dottor Carlo Mazzerbo e del Garante dei Detenuti del Comune, Giovanni De Peppo, la relatrice professoressa Veronica Nieri, insieme ai docenti componenti della commissione di laurea del Dipartimento di scienze dello spettacolo e della comunicazione dell'Università di Pisa, ha apprezzato la complessa tesi dal titolo "Nativi digitali e rete. Conseguenze e possibilità etiche dischiuse dai social network".

La tesi ha magistralmente trattato l'attualissimo fenomeno delle conseguenze, delle criticità e delle opportunità della rete sulle nostre società.Una valutazione di 110 e lode quella della Commissione, che ha premiato il secondo laureato che realizza il suo sogno di crescita culturale in una sezione di alta sicurezza, riconoscendo lo sforzo dei tanti operatori del settore educativo e della Polizia Penitenziaria che rendono concreto l'art. 27 della nostra Costituzione.

"Ha davvero un grande valore di riscatto - ha commentato De Peppo - lo straordinario percorso di un detenuto che ha messo in gioco tutta la sua volontà e il suo impegno attraverso la cultura e lo studio finalizzato a riconquistare una vita da restituire alla società. Un grande risultato per tutto il personale del carcere della nostra città: un'altra laurea che si concretizza nell'Istituto grazie alle presenze dei tanti docenti dell'Istituto Vespucci di Livorno e dell'Università di Pisa, che con la loro passione civile offrono occasioni di crescita culturale e di formazione, per generare cittadini migliori e assicurare alla comunità quella sicurezza che può nascere solo grazie all'integrazione sociale".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Spettacoli

Sport

Cronaca