QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 9° 
Domani 10°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
venerdì 24 novembre 2017

Cronaca venerdì 21 aprile 2017 ore 18:15

La guardia costiera sequestra 160 chili di pesce

Campagna Pesce d'aprile: pescherie, ristoranti e pescherecci nel mirino dei controlli. I militari hanno multato sette attività

LIVORNO — Sei attività, tra pescherie e ristoranti, sono state sanzionate dalla guardia costiera per aver messo in vendita prodotti ittici dei quali non sono stati in grado di dimostrare la provenienza. Il quantitativo sequestrato ammonta Ad oltre 160 chili, 9mila euro le sanzioni applicate ai commercianti.

Le operazioni si sono svolte nell'ambito della campagna Pesce d'aprile, che ha portato, lungo le coste toscane, al sequestro di 500 chili di prodotti ittici e a circa 65mila euro di sanzioni.

Una specifica attività di indagine ha condotto i militari ad effettuare delle verifiche sulla somministrazione illegale di prodotti sotto taglia in un ristorante di Livorno. All’atto dell’ispezione i militari hanno rinvenuto, ben occultati, centinaia di esemplari di bianchetto (sardine allo stato giovanile) all’interno delle celle destinate allo stoccaggio dei prodotti alimentari. 3,6 centimetri è risultata la taglia media dei singoli pesci contro la taglia minima di 11 prevista dalla normativa vigente.

Tra le attività messe in atto durante la campagna, anche il controllo dei pescherecci. 

 Quattro persone sono state intercettate a bordo di due imbarcazioni da diporto intenti a calare le reti nella acque della Darsena Pisa del porto e in quelle antistanti l’andana degli anelli. Le motovedette della guardia costiera hanno sanzionato quattro pescatori abusivi che, a bordo di due diverse imbarcazioni, stavano pescando con attrezzi illegali e hanno sequestro quasi mezzo chilometro di reti. Il comandante di un peschereccio è invece stato multato con una sanzione da 2mila euro per non aver effettuato effettuato, in diverse occasioni, le prescritte comunicazioni di uscita e rientro dal porto alla sala operativa della Capitaneria di porto.

Infine, durante l’attività in mare davanti Livorno, il comandante di un altro peschereccio livornese è stato sanzionato per avere tenuto a bordo una persona non facente parte dell’equipaggio, oltre che per irregolarità documentali.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Lavoro

Cronaca