QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 8° 
Domani 6° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
giovedì 13 dicembre 2018

Attualità mercoledì 14 marzo 2018 ore 14:49

Ricorso al Tar sull'insediamento di Esselunga

L'hanno presentato Risparmio Casa, Sigma, Simply, Unicoop Tirreno. Ira del sindaco di Livorno Nogarin:"Puntano a bloccare l'operazione"



LIVORNO — "UniCoop Tirreno e altre tre società (Sigma, Simply, Risparmio Casa), che si occupano di grande distribuzione alimentare e non, hanno fatto ricorso al Tar contro il piano di riqualificazione dell’area Ex-Fiat.
Tradotto: puntano a bloccare l’operazione Esselunga
", ha scritto il sindaco sul proprio profilo facebook.

"Per prima cosa voglio sottolineare che sono certo che gli uffici del Comune abbiano lavorato al meglio, nel pieno rispetto delle norma nazionali e regionali. Tanto è vero che questa variante è stata approvata dalla stessa Regione Toscana", ha proseguito Nogarin.

"Comunque, come è ovvio, ciascuno ha il diritto e il dovere di tutelare i suoi affari, ma mi permetto una semplice riflessione.
Come mai nessuno dei soggetti ricorrenti ha pensato di presentare alcuna osservazione al Piano di riqualificazione dell’area ex Fiat, prima che terminasse il percorso a fine novembre 2017, con il voto definitivo in Consiglio comunale? Perché hanno preferito le vie legali? E come mai nessuno si è mai mosso quando sono stati aperti altri centri commerciali ben più grandi?
Domande legittime, al massimo un po’ retoriche".

Puntuale è arrivata la replica dei soggetti che hanno presentato il ricorso:

"A fronte di iniziative di nuovo insediamento è prassi normale valutare il progetto in tutti i suoi aspetti tecnici e amministrativi.

Con questa logica alcuni imprenditori di livello nazionale aventi attività sulla piazza di Livorno (Risparmio Casa, Sigma, Simply, Unicoop Tirreno), si sono rivolti a un legale per fare una verifica delle procedure.

Lo studio legale ha evidenziato alcune perplessità, i cui approfondimenti hanno portato a presentare al TAR una verifica di legittimità del percorso amministrativo.

Gli operatori ricorrenti non sono contrari al nuovo insediamento, né temono la concorrenza, forti del fatto che con la stessa concorrenza si confrontano da sempre su tanti territori.

Al tempo stesso è interesse di tutti - dei ricorrenti, ma anche dei cittadini di Livorno - che i lavori siano realizzati nel pieno rispetto di tutte le normative.

Il percorso di verifica ci dirà se queste perplessità sono legittime.

Con il ricorso non è stata chiesta una sospensiva, che può essere chiesta anche successivamente. I ricorrenti si riservano di valutarne l’opportunità laddove fossero rilasciati il permesso di costruire o l’autorizzazione al commercio". 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità