QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 14°21° 
Domani 13°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
domenica 21 ottobre 2018

Cronaca lunedì 07 maggio 2018 ore 16:35

Rifiuti abbandonati, raccolte cento tonnellate

La permanenza dei cassonetti in attesa dell’estensione del “porta a porta” sta spostando il fenomeno nella zona centro-nord della città



LIVORNO — Dal 1° gennaio al 30 aprile, Aamps, la società in house del Comune di Livorno per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti e della pulizia stradale in città, ha raccolto circa 100 tonnellate di rifiuti abbandonati in prossimità dei cassonetti stradali, realizzando 2.768 interventi in totale per un costo complessivo di circa 36.000 euro. Si tratta di materassi, divani, poltrone e mobilio vario, comunemente noti come ingombranti, che troppo spesso sono incautamente lasciati in strada, rappresentando un pericolo per la comunità e un grave danno d’immagine al decoro della città e al rispetto dell’ambiente.

“Abbandonare i rifiuti in strada” – commenta Paola Petrone, Direttore Generale Aamps – “è un atto deplorevole ai danni della collettività. Le campagne di sensibilizzazione a vantaggio dei cittadini saranno ulteriormente incrementate ma continueremo anche a lavorare in sinergia con la Polizia Municipale per individuare e sanzionare gli autori di queste azioni illegali”.

Il fenomeno dei rifiuti lasciati in strada, tra l’altro, sta assumendo nuovi contorni geografici in città in relazione alla progressiva estensione della raccolta “porta a porta” nelle varie zone. L’abbandono degli ingombranti, infatti, sta coinvolgendo principalmente le aree del centro-nord di Livorno dove il servizio di raccolta differenziata non è ancora arrivato e, quindi, sono ancora presenti in strada i cassonetti, verso cui si accumulano le quantità di rifiuti.

Aamps è da sempre attiva e impegnata a ridurre l’impatto di questi comportamenti e a debellarli, monitorando capillarmente le zone e rinnovando attraverso i propri canali di comunicazione l’invito a utilizzare i servizi dedicati: il ritiro gratuito degli ingombranti a domicilio può infatti essere prenotato con una semplice telefonata al numero verde 800-031.266 oppure direttamente dal sito aziendale (https://www.aamps.livorno.it/cittadini/ritiro-ingombranti-sfalci-potature). In meno di 7 giorni lavorativi gli operatori di Aamps provvedono al ritiro. Per i cittadini che ne hanno la possibilità, inoltre, gli ingombranti, così come tutti i rifiuti riciclabili, possono anche essere portati ai centri di raccolta in via Cattaneo 81 (La Rosa) e in via degli Arrotini 49 (Picchianti) dove possono essere depositati senza alcuna spesa.

“Introducendo la raccolta porta a porta, che concluderemo entro l’estate” – aggiunge Petrone – “eliminiamo progressivamente i cassonetti a vantaggio del decoro urbano. In questo modo si porrà fine a questa pessima abitudine di far migrare i rifiuti da una zona all’altra della città lasciando spazio al corretto conferimento di ogni tipo di rifiuto, dal più piccolo smaltibile in casa al più ingombrante”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca