QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 17°25° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
giovedì 21 giugno 2018

Cronaca lunedì 04 giugno 2018 ore 10:19

Cerca di frodare l'erario, le sequestrano le case

Le fiamme gialle hanno posto i sigilli al patrimonio di una imprenditrice accusata di avere sottratto soldi all'erario con il conferimento in un trust



LIVORNO — I finanzieri livornesi, su ordine della Procura, hanno proceduto al sequestro preventivo di disponibilità finanziarie, quote societarie e di immobili "Conferiti fittiziamente da un’imprenditrice livornese in un trust", una realtà esterna attraverso il quale un soggetto può alienare i suoi beni affidandoli alla gestione di un terzo.

Il provvedimento nei confronti della donna, con circa 700.000 euro di debiti verso l’Erario per cartelle esattoriali non pagate e per un avviso di accertamento emesso dopo un’ispezione fiscale, si è reso necessario perchè, hanno spiegato le Fiamme Gialle, "L'imprenditrice, con il fine di rendere inefficace la procedura di riscossione coattiva da parte dell’Erario, si è spogliata, sul finire del 2016, dei beni mobili e immobili di proprietà (un villino con due annesse autorimesse a Collesalvetti e due appartamenti a Livorno, uno nel centro cittadino, l’altro in località Ardenza, del valore di circa 550.000 euro e quote sociali), conferendoli in un trust, e conservando la proprietà solo di un fondo commerciale a Livorno in disuso, del valore di appena 60.000 euro".

"Analizzando i contratti stipulati dall’imprenditrice, è, infatti, venuto alla luce come la stessa avesse, in buona sostanza, ceduto solo formalmente i suoi beni al trust, continuando ad avere un potere di ampia gestione e controllo del patrimonio immobiliare e della società di cui si era apparentemente spogliata.

La creazione del trust - ha spiegato ancora la Finanza - è così risultata essere stata attuata al solo fine di sottrarre alla procedura di riscossione coattiva il consistente patrimonio immobiliare e mobiliare: l’imprenditrice è stata, dunque, denunciata per il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte alla Procura della Repubblica di Livorno".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca