QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 4° 
Domani -1°10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
domenica 19 novembre 2017

Cronaca lunedì 11 settembre 2017 ore 11:40

Disastro a Livorno, divieto di balneazione in mare

Lo ha disposto il sindaco: la piena dei torrenti che attraversano la città ha mandato in tilt anche le fognature

FIRENZE — L'amministrazione comunale di Livorno sta proseguendo la valutazione dei danni provocati dalla terribile ondata di maltempo e dalle piene di ieri, che hanno provocato la morte di sei persone mentre due sono ancora disperse.

I problemi i principali alla rete fognaria si sono verificati nella zona dell'Ardenza dove la piena ha divelto un collettore fognario che riceve anche le acque reflue di Antignano, Montenero Basso e la Banditella, convogliandole fino al depuratore di Rivellino. E' già stato predisposto un bypass ma i detriti che ostruiscono la tubazione lo hanno reso insufficiente e sarà necessario realizzarne un secondo.

Per quanto riguarda i black out, l'Enel ha reso noto che sono ancora 550 le utenze ancora senza corrente elettrica.

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha invitato tutte le istituzioni a collaborare senza polemiche, mettendo al centro la comunità. "Alle vittime va il pensiero e la solidarietà di tutto il paese" ha detto il premier.

Il riferimento è alle accuse lanciate dal sindaco Nogarin alla regione Toscana per aver lanciato un'allerta meteo adeguata all'evento catastrofico che poi ha colpito la città.

"Quando scatta un'emergenza, si risponde con una reazione adeguata - ha replicato il governatore Enrico Rossi - A Pisa, ad esempio, con lo stesso codice, l'allerta è stato dato e sono state informate tutte le famiglie. Serve quindi una crescita collettiva. Il sistema di allerta è stato codificato. A livello nazionale la Protezione Civile ha stabilito codici uguali per tutti. Si può essere antisistema, ma i codici, quando sono stabiliti, valgono per tutti. Ripeto: il sindaco di Pisa, con lo stesso codice, ha dato l'allerta".

"Abbiamo fatto una legge che dal 2019 impedisce nuove lottizzazioni nei terreni agricoli e nelle periferie di città e paesi. E quindi abbiamo preceduto un dibattito fatto che va avanti ormai da decenni a livello nazionale - ha replicato il presidente della Regione TOscana Enrico Rossi ai microfoni di Radio Uno Rai - Abbiamo anche fatto una catalogazione di tutti i corsi d'acqua della Toscana e abbiamo deciso quali spettano per manutenzione al Genio Civile e ai Consorzi di bonifica che sono stati riformati. I corsi d'acqua che sono a Livorno, quelli che hanno esondato, sono corsi d'acqua la cui manutenzione spetta al Consorzio della Costa, il cui direttore da noi interpellato ci ha risposto di aver fatto manutenzione sull'Uglione, sia sul Rio Maggiore, sia sull'affluente Chioma, sia sul Rio Ardenza. Adesso si tratta di verificare tutto questo. Si tratta di procedere rapidamente alla pulizia dei corsi d'acqua. E poi si tratta di aiutare le famiglie a ripulire gli scantinati".

Sugli interventi del volontariato Rossi ha aggiunto: "Ieri sera abbiamo fatto un punto con le Pubbliche Assistenze, le Misericordie, la Croce Rossa, i volontari della Toscana ed è venuto fuori che quest'ultima è la necessità delle famiglie. Quindi abbiamo deciso di aumentare da 200 a 250 la dotazione dei volontari regionali e di chiedere alla Protezione Civile nazionale di aggiungerne altri 100. In tutto saranno quindi 400. Inoltre sto cercando di contattare la Folgore, perchè magari qualche apporto in più potrebbe essere significativo".

Quella verificatasi a Livorno per il presidente "non è una situazione straordinaria, si tratta di una situazione che si ripete, rispetto alla quale bisogna, come sollecita anche il Presidente della Repubblica, tutti quanti attrezzarci. La dico così è inconcepibile ed è inaccettabile, che per quanto l'evento atmosferico sia stato così pesante – e anch'io non lo definisco straordinario – che possano morire 6 persone e si stiano cercando 2 dispersi. E' evidente che ci vogliono piani, iniziative automatiche, anche consapevolezze diverse rispetto a quelle attuali".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Lavoro

Sport