QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 16°16° 
Domani 15°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
domenica 24 settembre 2017

Attualità martedì 12 settembre 2017 ore 17:00

"L'allerta massima per i temporali è arancione"

Lo ha sottolineato la Regione Toscana dopo le contestazioni del sindaco di Livorno Nogarin a seguito del nubifragio che ha provocato otto vittime

FIRENZE — Il giorno prima della tremenda tempesta che ha devastato Livorno uccidendo otto persone e provocando danni enormi, la protezione civile della Regione Toscana aveva emanato un'allerta meteo arancione. A seguito dell'allerta, il sindaco di Pisa ha assunto una serie di iniziative per avvisare la popolazione mentre il sindaco di Livorno Filippo Nogarin non lo ha ritenuto necessario. Poi, a devastazione avvenuta, Nogarin ha contestato le modalità di allerta regionali, giudicandole insufficienti. Oggi la Regione ha diffuso un comunicato in cui precisa che l'attuale disciplina in materia, emanata nel 2015, prevede come massimo livello di allerta in caso di temporali solo quella di tipo arancione e che non è previsto un codice di allerta rosso per i temporali.

"Il massimo livello di allerta previsto per i temporali – si legge nell'allegato - è quello arancione. Non è previsto un codice di allerta rosso specifico per i temporali perché tali fenomeni, in questo caso, sono associati a condizioni meteo perturbate intense e diffuse che già caratterizzano lo scenario di criticità idrogeologica rossa. Anche gli effetti e i danni prodotti sono gli stessi".

"E' importante sottolineare inoltre che le norme di comportamento per i cittadini indicate in caso di rischio idrogeologico-idraulico causato da temporali forti - che i Comuni sono tenuti a comunicare ai cittadini in caso di emissione di allerta - prevedono lo stesso elenco di comportamenti da adottare sia per l'allerta arancione che per l'allerta rossa - prosegue la nota della Regione - con la sola differenza che in questo ultimo caso è necessario prestare particolare attenzione a familiari e persone anziane e non autosufficienti; recarsi altrove prima dell'inizio della criticità se la zona è particolarmente a rischio; non cercare di mettere in salvo auto o mezzi agricoli".

Tali norme di comportamento sono, tra l'altro, pubblicate sul sito della Regione Toscana nella sezione "Allerta meteo".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità