QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 16°16° 
Domani 15°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
domenica 24 settembre 2017

Cronaca domenica 10 settembre 2017 ore 20:30

Maltempo, a Livorno sei morti e due dispersi

L'allerta meteo prosegue. Nogarin: "Priorità i dispersi". Rossi: "3 milioni da Regione". Domani arriva il ministro Galletti. Riaperta la Tirrenica

LIVORNO — E' di sei morti e due dispersi il bilancio provvisorio della devastante ondata di maltempo che si è abbattuta nella notte su Livorno.

Tra le vittime i componenti di una famiglia i cui cadaveri sono stati trovati nell'appartamento seminterrato in via Nazario Sauro. Si tratta di un padre di 37 anni, la madre di 35, il bambino di 4 anni ed il nonno di 65 anni. Quest'ultimo sarebbe riuscito a mettere in salvo la sorellina. 

Altre due vittime sono un uomo di 70 anni, trovato stamani in via delle Fontanella e un uomo di 74 anni che, con buona probabilità, era uno dei due dispersi in via Sant'Alò, sulle colline di Livorno. 

Nella stessa zona restano disperse un'altra persona e una ragazza.

C'è stato oggi l'incontro tra il sindaco Filippo Nogarin e il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. I due si sono incontrati nella sala operativa provinciale integrata (Sopi).

Nogarin dopo aver fatto un giro questa mattina in città ha detto: "Livorno è in ginocchio, non sarà facile risollevarsi". Rossi ha commentato: "Non si può morire così, non è ammissibile che siano morte così tante persone". Rossi non ha voluto rilasciare dichiarazioni sulla polemica torrenti tombati, che sarebbero la prima causa dell'inondazione. Il presidente della Regione ha fatto sapere che domani sarà dichiarato d'emergenza regionale e saranno stanziati tre milioni di euro per intervenire a Livorno.

Domani le scuole di Livorno e Collesalvetti restano chiuse. La decisione è stata presa dai sindaci, rispettivamente Nogarin e Lorenzo Bacci, al termine dell'ultimo vertice nella sala operativa unificata.

L'allerta meteo arancione è stata prorogata dalla Regione Toscana fino a domani. Lo ha detto il prefetto Anna Maria Manzone. 

"La situazione sta lentamente migliorando" ha detto Nogarin nel pomeriggio, dopo il vertice con Rossi. "Le vie di comunicazione - ha aggiunto il sindaco - vengono piano piano ripristinate, anche se rimane chiusa la linea ferroviaria tirrenica. Abbiamo ancora 2.700 famiglie senza energia elettrica a causa della cabine che sono state allagate. Adesso la priorità è la ricerca dei due dispersi".

Il ministro dell'ambiente Gian Luca Galletti domani alle 12 è atteso a Livorno per un incontro in prefettura. Galletti, insieme alla sottosegretaria Silvia Velo, incontra il sindaco Nogarin e i rappresentanti delle istituzioni.

Intorno alle 19 è stata riattivata la circolazione ferroviaria sulla linea Tirrenica. Aperto un solo binario. Ancora inagibili, perché allagati, i sottopassi della stazione centrale. 

Alle 20 si è concluso l'incontro del tavolo interforze nella sede dell'unità di crisi. Il sindaco Nogarin ha fatto fatto il punto della situazione: "Le vittime accertate continuano ad essere sei e stiamo ancora cercando le altre due persone di cui si sono perse le tracce".

"Tutti gli hotel della città - ha ripreso il sindaco - hanno dato la loro disponibilità a ospitare le persone che questa notte non potranno rientrare nelle loro case. Al momento, fortunatamente, stiamo parlando solo di 4 persone"

Nogarin ha parlato anche della presunta fuga di gas, segnalata da centinaia di persone: "In questi minuti si stanno moltiplicando le segnalazioni da ogni parte della città di un forte odore di gas. Abbiamo incaricato Asa di vigilare sulla situazione: da un primissimo monitoraggio non si sarebbe verificata alcuna particolare fuga di gas. Ripresa parzialmente la circolazione dei treni: alle 18,40 riattivato il transito a velocità ridotta sul binario dispari Livorno-Vada, mentre l'altro binario della linea Tirrenica dovrebbe tornare agibile dopo le 21".

"Rimane critica la situazione sulle strade - ha spiegato il primo cittadino - in particolare per quanto riguarda i collegamenti con Montenero, con l'area nord a causa dell'allagamento del sottovaso di via Firenze e con Stagno. Si registrano infine alcuni guasti alle tubature dell'acqua nei quartieri di Quercianella, in Via del Giaggiolo, in via di Salviano, in via Popogna, in via del Castellaccio e a Villa Corridi, ma anche in questo caso i tecnici di Asa sono al lavoro per riparare al più presto i danni causati dal nubifragio".

"E' bene ricordare - ha concluso Nogarin - che l'ospedale non ha avuto alcun danno, né allagamento e quindi l'attività si sta svolgendo regolarmente. L'Asl si è resa disponibile ad allestire, presso il presidio di viale Alfieri, un'area destinata ad ospitare tutti i cittadini disabili che non si sentissero al sicuro nelle loro abitazioni".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità