QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 20°31° 
Domani 17°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
domenica 26 giugno 2016

Cronaca martedì 15 marzo 2016 ore 09:55

Bancarotta fraudolenta, tre arresti a Livorno

La guardia di finanza denuncia anche altre quattro persone. Emersa una situazione debitoria per 26 milioni e distrazioni per quasi 8

LIVORNO — Le Fiamme gialle, su richiesta della Procura, hanno dichiarato fallite due società e tre cooperative, con un patrimonio di 43 unità immobiliari per un valore di 7 milioni di euro.

Tutte le persone coinvolte nell'inchiesta hanno avuto un ruolo in due importanti realizzazioni immobiliari: il quartiere "Borgo di Magrignano" e alcune villette di pregio a Montenero. E proprio da alcuni esposti e denunce di cittadini è partita l'indagine.

Di fatto è emerso - spiega la guardia di finanza - "Un sodalizio criminale composto da tre persone residenti a Livorno, i primi due promotori e organizzatori, mentre il terzo era persona di fiducia che teneva la contabilità".

Accanto a loro altre quattro persone, tutte indagate, utilizzate come amministratori e soci di società e cooperative ( quattro quelle finite nell'inchiesta su un totale di sette aziende coinvolte ).

Le ragioni che hanno portato ad arresti e denunce per bancarotta fraudolenta sono proprio da ricercare nel meccanismo messo in atto utilizzando la fitta rete societaria creata ad hoc, dove, se da una parte c'era un debito conclamato per 26 milioni di euro, dall'altra si depauperava il patrimonio con distrazioni di fondi ad uso personale, dissipazioni, arricchimenti personali per quasi 8 milioni di euro.

Quatto dei soggetti indagati avevano anche occupato villette di pregio a Montenero senza corrispondere il canone di locazione e facendo accollare i mutui alle stesse cooperative.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca