QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 12°12° 
Domani 13°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
mercoledì 14 novembre 2018

Sport mercoledì 25 maggio 2016 ore 11:30

Il premio Capperuccio va alla scherma livornese

Il prestigioso riconoscimento, che viene dato a persone o istituzioni che hanno portato lustro alla città. Venerdì la cerimonia di premiazione



LIVORNO — Vera leggenda dello sport nazionale e internazionale. Andrà al circolo scherma Fides Livorno, il Premio Capperruccio 2016, istituito dal Lions Club Livorno porto mediceo.

Il prestigioso riconoscimento, che viene dato a persone o istituzioni che hanno portato lustro alla città, sarà consegnato venerdì 27 maggio alle 11 nella sala cerimonie di palazzo comunale.

Alla cerimonia saranno presenti il sindaco di Livorno Filippo Nogarin, il presidente del Lions Club Livorno porto mediceo, Gabriele Giorni e il presidente del circolo scherma Fides Mario Miccoli.

 Il premio è stato attribuito al Circolo Fide “Per i valori di forza, impegno e passione che, unitamente al sentimento di amicizia, lealtà e salvaguardia dei valori umani, in 120 anni, hanno distinto il Circolo quale realtà vincente nel panorama schermistico italiano. Per l’esempio di dedizione educativa verso i giovani atleti che, formati con passione ed energia, in una continua tensione al miglioramento, hanno conseguito e conseguono importantissimi successi e vittorie. Per l’impegno profuso nel promuovere instancabilmente gli alti valori della correttezza, del rispetto, del senso di appartenenza, elementi imprescindibili dell’etica dello sport”.

Il premio Capperuccio è un riconoscimento che trae spunto dal mantello offerto da Ferdinando I a Bernardetto Borromei, primo gonfaloniere di Livorno, il 19 marzo 1606, giorno in cui Livorno fu elevata al rango di città.

I destinatari delle scorse edizioni del premio sono stati: il vescovo di Livorno Mons. Simone Giusti, il presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi, il rabbino capo Elio Toaff, l’Accademia navale, la brigata paracadutisti Folgore, l’ing. Giotto Bizzarrini e l’Istituto musicale Pietro Mascagni.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Attualità

Cronaca