QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 21°25° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
martedì 25 luglio 2017

Attualità mercoledì 12 luglio 2017 ore 13:22

"Suolo pubblico, ha prevalso il buon senso"

Procedure più snelle per il rinnovo delle autorizzazioni. Confcommercio: "Ascoltate le richieste degli imprenditori"

LIVORNO — “La terza e quarta commissione hanno discusso con le associazioni il regolamento sull'occupazione di suolo pubblico" spiega il presidente provinciale Alessio Carraresi, che è intervenuto personalmente all'audizione di ieri. 

L'associazione di categoria esprime "Apprezzamento per come le commissioni consiliari siano riuscite nel giro di una riunione a far valere le ragioni del buon senso senza arroccarsi su posizioni di partito, venendo così incontro alle richieste degli imprenditori su un tema che in una città come Livorno sono di grande interesse".

Confcommercio aveva formulato al Comune una serie di richieste e siamo molto soddisfatti, soprattutto perché maggioranza e opposizione hanno dimostrato grande elasticità e trovato le soluzioni più adatte e razionali per venire incontro alle esigenze degli imprenditori" spiega Carraresi.

La prima richiesta riguardava la procedura per il rinnovo delle autorizzazioni. “Abbiamo chiesto e ottenuto che, per gli operatori già in possesso di autorizzazione che non volessero attuare variazioni, essa venisse resa più snella ed economicamente meno gravosa - sottolinea il presidente di Confcommercio- A questo proposito l'ufficio tecnico ci ha confermato seduta stante che se non sono intervenute modifiche rispetto al progetto presentato per l'ottenimento dell'autorizzazione originale, il rinnovo potrà essere richiesto tramite autocertificazione su carta semplice”.

“Per prevenire le preoccupazioni degli imprenditori che hanno già effettuato investimenti significativi, aggiungiamo che tutte le domande di rinnovo rimarranno collegate al vecchio regolamento fino al 31 dicembre 2018; pertanto tutti gli operatori titolari di concessione di occupazione del suolo pubblico attualmente in essere dovranno apportare eventuali modifiche in base al nuovo regolamento a partire dal 1 gennaio del 2019. Guadagnare un anno e mezzo permette di ammortizzare l'investimento iniziale per gli elementi di arredo”.

Un altro tassello importante è la reintroduzione della concessione permanente: 2 anni secondo il testo originario del regolamento, 3 anni secondo le richieste di Confcommercio e accettate dalle commissioni.

Altra novità l'equiparazione delle attività di artigianato a ristoranti e pubblici esercizi, che in tema di autorizzazioni sul suolo pubblico, nel nuovo regolamento, avrebbero potuto essere equiparate alle attività di somministrazione solo se ricomprese in un Piano d'Ambito.

"Tramite la richiesta di Confcommercio  - spiega Carraresi- le attività artigianali saranno equiparate a ristoranti e pubblici esercizi senza alcun vincolo legato alla presentazione di progetti di Piani di Ambito che rappresentano un adempimento estremamente oneroso e complesso per i commercianti. Pertanto tutte le attività (ad esempio pizzerie al taglio, yogurterie, gelaterie) potranno continuare ad utilizzare dehors, tavoli all'aperto ecc. come i bar e i ristoranti".

Gli emendamenti al regolamento per l'occupazione del suolo pubblico, così approvati dalle commissioni passeranno ora al vaglio del Consiglio comunale, ma l'associazione di categoria non si ferma. "Resta una zona d'ombra, ovvero la costituzione dei Piani d'ambito. Ci sembra inammissibile - conclude Carraresi- che non possano essere presentati anche dalle associazioni di categoria maggiormente rappresentative del settore del commercio, del turismo e dei servizi”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Sport