Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:LIVORNO11°  QuiNews.net
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
martedì 23 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Santorini? No, questa è la copia cinese perfettamente riprodotta

Sport martedì 20 febbraio 2024 ore 22:33

Simone Gesi, un livornese in azzurro

Simone Gesi
Simone Gesi
Foto di: Marbur Press/2022

Dal ritiro della Nazionale Italiana di rugby parla l’atleta livornese, in prospettiva della sfida con la Francia



ROMA — Il livornese Simone Gesi gioca a rugby nella franchigia delle Zebre di Parma e quest’anno sta dimostrando tutto il suo valore attraverso un processo di crescita significativo, sia tecnico che fisico.

Lo ha dimostrato anche durante l’ultimo turno dell’ URC United Rugby Championship, giocando la partita con Edimburgo quando dopo soli due minuti dall’inizio del confronto ha prima seminato quattro avversari lasciandoli con un pugno di mosche in mano e poi ha trovato un offload per il compagno di squadra Garcia, che ha potuto comodamente segnare la prima meta delle Zebre, poi sconfitte di misura dalla squadra scozzese.

Simone Gesi, classe 2001 con 183 centimetri di altezza per 80 chili di peso, è attualmente in ritiro a Roma con la Nazionale di Gonzalo Quesada in vista dell’impegno con la Francia nel terzo turno del Guinness 6 Nazioni 2024, fissato in quel di Lille domenica 25 febbraio alle ore 16.

Al momento l’atleta livornese vanta una sola presenza in Nazionale risalente al marzo 2023 ma nel corso di una conferenza stampa organizzata oggi dalla Federazione Italiana Rugby dal ritiro azzurro, ha raccontato tutta la sua voglia di lottare per conquistare un posto in squadra ed emergere.

“Essere qua è sempre bello, anche se quando non giochi magari è un po’ complicato. All’inizio ti arrabbi. Poi però ti rendi conto di quanto il livello sia alto e di quanto siano forti i compagni con cui ti giochi il posto, lì capisci che devi solo dare il massimo e migliorare per poterti conquistare un’opportunità” ha dichiarato Simone Gesi che vede nella partita con la Francia una possibilità di riscatto per la Nazionale dopo la deludente sconfitta patita con la travolgente Irlanda nel secondo turno del Guinness 6 Nazioni.

“In questo momento la Francia non è forse nella sua miglior condizione, noi abbiamo l’opportunità di provare a metterli in difficoltà attaccando, usando le nostre gambe e le qualità dei nostri trequarti per entrare in quegli spazi che i francesi potrebbero lasciarci”.

“Sto lavorando tanto per conquistare la mia seconda presenza. Il ricordo del mio esordio a Murrayfield è bellissimo, è stato emozionante fin dagli inni nazionali. Fu molto importante anche l’aiuto della squadra, che riuscì a non farmi sentire la tensione, permettendomi di giocare sciolto”.

L’ala livornese ha parlato anche delle Zebre e del gran lavoro che sta facendo sul gioco aereo “Per le Zebre lo scorso anno è stata una stagione deludente. Quest’anno si vede che abbiamo già giocato insieme. I meccanismi funzionano meglio, ci conosciamo e le cose vengono molto più fluide. Ora abbiamo capito che possiamo competere alla pari con le altre squadre”.

“Per quanto riguarda il gioco aereo” ha proseguito Simone Gesi “Nelle giovanili non giocavo ala e quindi non ho imparato da bambino. A Colorno però ho visto giocatori molto bravi da cui ho imparato la tecnica e adesso alle Zebre ci lavoriamo tutti i giorni. Mi piace saltare, mi piace la battaglia aerea, mi piace proprio il gesto tecnico”.

Di gesti tecnici il ragazzo livornese ha già dimostrato sul campo di possederne e chissà mai che non riesca a conquistare una delle ventitré maglie azzurre che si presenteranno a Lille per far divertire il pubblico dello stadio Pierre Mauroy.

L’ultimo precedente contro i blues francesi risale ai Mondiali di sei mesi fa, quando l’Italia è stata sconfitta sonoramente per 60 a 7 durante il girone eliminatorio.

L’Italia arriva all’appuntamento dopo aver subito due sconfitte nei primi due turni di questo Guinness 6 Nazioni, per mano dell’Inghilterra a Roma per 27-24 e dell’Irlanda a Dublino per 36-0.

Per contro la Francia si presenta in campo dopo una vittoria all'ultimo respiro ottenuta a Edimburgo con la Scozia e dopo la sconfitta patita al primo turno nella gara di esordio in casa, per merito degli irlandesi.

Nella tarda mattinata di venerdì 23 il c.t. Gonzalo Quesada diramerà la lista di coloro chiamati ad indossare la Maglia Azzurra.

Per sapere se ci sarà anche Simone Gesi occorrerà attendere fino ad allora.

Marco Burchi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un 51enne è stato denunciato dai carabinieri per furto aggravato. Ecco la ricostruzione dei militari
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Lavoro