Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:LIVORNO21°25°  QuiNews.net
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
martedì 22 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Finale Europei Roma? Non in Paesi ad alto contagio»

Cultura martedì 11 maggio 2021 ore 19:00

"Emigranti" in viaggio da Livorno a Illegio

Emigranti (Raffaello Gambogi,1894)

Il dipinto del postmacchiaiolo Raffaello Gambogi sarà esposto dal 16 Maggio al 17 Ottobre alla mostra "Cambiare" insieme a Michelangelo e Tintoretto



LIVORNO — Emigranti, opera del postmacchiaiolo livornese Raffaello Gambogi, lascia temporaneamente la città dei Quattro Mori per intraprendere un viaggio verso Illegio, borgo tra i monti della Carnia (Udine) per essere esposto, dal 16 Maggio al 17 Ottobre, alla mostra dal titolo Cambiare: un percorso espositivo sulle forme e sull’iconografia del cambiamento, dal Cinquecento al Novecento, composto da 30 capolavori, tra i quali spiccano anche opere di Michelangelo, Tintoretto, Monet, Panerai, Fontana e Picasso.

Ad annunciare la partenza dell'opera, che fa parte della collezione permanente del museo civico Giovanni Fattori, è il Comune di Livorno.

"Il dipinto - sottolinea il Comune- realizzato probabilmente a inizio 1894, rappresenta lo spazio semicircolare dell’Andana degli Anelli nel Porto Mediceo di Livorno, di fronte al molo di Cosimo, affollato di velieri e bastimenti con persone in partenza per destinazioni lontane: chi tristemente saluta la famiglia, chi carica i bagagli su piccole imbarcazioni, chi aspetta il proprio turno tra borse e bauli".
 

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' successo in Via Gino Graziani. Intervento urgente sulla condotta idrica DN 700 che approvvigiona la zona sud della città
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cultura

Cronaca

Cronaca