Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:LIVORNO21°25°  QuiNews.net
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
martedì 22 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Finale Europei Roma? Non in Paesi ad alto contagio»

Attualità martedì 18 maggio 2021 ore 18:10

Quattro dosi di Pfizer, la donna è in osservazione

Dopo l'episodio di sovradosaggio la sessantenne è stata accompagnata al pronto soccorso. Non avrebbe per ora accusato particolari reazioni avverse



LIVORNO — E' in osservazione al pronto soccorso di Livorno, a scopo precauzionale, la donna di 67 anni alla quale ieri sono state iniettate per errore 4 dosi del vaccino anti-Covid Pfizer anziché una (vedi articoli collegati).

L'episodio di sovradosaggio, il secondo in Toscana, è avvenuto al centro vaccinale di Livorno: alla donna, come spiegato dall'Asl nord ovets, sarebbero stati somministrati 0,30 ml di vaccino Pfizer-Biontech non diluito, corrispondenti al quantitativo impiegato per 4 dosi.

"La signora  - spiega l'Asl nord ovest in un post su Facebook- è stata prima un'ora in osservazione all’interno del centro vaccinale, senza manifestare segnali particolari, se non comprensibile apprensione. È stata poi la stessa donna a chiedere di poter aver accesso precauzionale al pronto soccorso di Livorno, dove è attualmente tenuta sotto osservazione senza accusare ad ora particolari problematiche. La donna sarà poi per alcuni giorni sotto stretto controllo medico. Si ricorda che la sperimentazione effettuata da Pfizer per individuare le conseguenze del sovradosaggio era arrivata a testare proprio un quantitativo di 4 dosi di principio attivo inoculate contemporaneamente, senza che per i pazienti ci fossero state conseguenze particolari".

“È già stato programmato un audit interno – spiega la direttrice della Zona Distretto Livornese dell'Asl nord ovest Cinzia Porrà - che coinvolgerà tutti i professionisti legati alla vicenda, per stabilire l’esatta dinamica di questo evento avverso. Il problema si è verificato nella fase di preparazione del vaccino, in un'attività di routine ad alti volumi e con pressione per la necessità di un rigoroso rispetto dei tempi”. 

"L’Azienda Usl Toscana nord ovest - si legge ancora nel port dell'azienda sanitaria- di concerto con la Regione Toscana, anche a seguito di precedenti casi, sta lavorando per potenziare ulteriormente le barriere finalizzate alla prevenzione dei possibili errori umani, per la qualità dei servizi vaccinali e la sicurezza di pazienti ed operatori. Sono state attivate delle commissioni pluridisciplinari, con all’interno personale della Qualità e della Sicurezza del paziente, che stanno effettuando sopralluoghi nelle strutture vaccinali. L'azienda ha infatti preso spunto da questi gravi episodi per proseguire nel suo percorso di costante miglioramento delle procedure. L’obiettivo è quello di perfezionare ulteriormente protocolli e procedure per ridurre al minimo ogni tipo di errore nella somministrazione dei vaccini e per rendere questa grande macchina per la vaccinazione, che lavora ormai su ritmi industriali, sempre più adeguata alle esigenze della cittadinanza e del personale che opera quotidianamente nei centri vaccinali".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' successo in Via Gino Graziani. Intervento urgente sulla condotta idrica DN 700 che approvvigiona la zona sud della città
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cultura

Cronaca

Cronaca