Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:LIVORNO15°  QuiNews.net
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
sabato 17 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità giovedì 01 aprile 2021 ore 17:00

Banche e sicurezza, c'è un protocollo

Firmato in prefettura un documento di intesa volto a prevenire episodi di criminalità ai danni di istituti e clienti



LIVORNO — Sono gli 19 istituti di credito che hanno aderito al protocollo di intesa per la prevenzione della criminalità ai danni delle banche e della clientela, siglato questa mattina in prefettura.

"Nell’attuale congiuntura emergenziale  - commenta il prefetto Paolo D'Attilio- è necessario affinare ancora di più quegli strumenti per prevenire il rischio di infiltrazione criminale nell’economia e di favorire l’accesso al credito legale da parte di cittadini ed imprese. Il protocollo siglato stamani, caldeggiato con vigore dal ministro Lamorgese, va proprio in questa direzione, prevedendo una serie di misure idonee a garantire una crescente sicurezza degli Istituti di credito e a tutela della clientela, rafforzandone, anche attraverso reciproci scambi di informazioni e conoscenze, la collaborazione e la sinergia con le forze di polizia".

Il protocollo firmato con Marco Iaconis dell’Associazione bancaria italiana prevede, tra l’altro, la segnalazione da parte delle banche alle forze di polizia di ogni potenziale fattore di rischio per la sicurezza (guasti ai sistemi di sicurezza, movimenti sospetti, eventuali aggravamenti del rischio dovuti a circostanze contingenti), e la comunicazione, attraverso l'apposito data-base, delle informazioni sulle rapine verificatesi.

Gli Istituti bancari assumono inoltre l’impegno a dotare le proprie dipendenze di una serie di sistemi, tra cui la videoregistrazione e il dispositivo di custodia valori ad apertura ritardata o il dispositivo di erogazione temporizzata del denaro. Particolari misure di sicurezza sono inoltre previste a protezione degli sportelli automatici Atm.

Specifica attenzione è dedicata alla prevenzione delle truffe, specie nei confronti della popolazione più anziana, e ai rischi "multivettoriali" (cyber physical security), ovvero quelli relativi agli attacchi di tipo informatico, prevedendo, in tale ambito, anche il coinvolgimento della specialità della polizia postale.

L'Associazione bancaria italia fornirà alle forze di polizia una relazione annuale sull’andamento degli eventi nella provincia, per le analisi finalizzate ad affinare le attività preventive. Infine, sempre in base al documento siglato, le forze dell’ordine forniranno il proprio supporto alle banche, anche nel corso di specifici incontri o condividendo dedicate linee guida, in materia di sicurezza anticrimine ed informatica, di prevenzione delle truffe in danno della clientela e degli atti vandalici e terroristici.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sulle nuove positività si è registrato un aumento rispetto ai giorni scorsi. I dati aggiornati nei report di Asl e Regione
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Lavoro