QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 21°24° 
Domani 23°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
mercoledì 17 luglio 2019

Cronaca giovedì 16 maggio 2019 ore 10:34

Carta di identità e nome falsi

​I Carabinieri della Stazione di Montenero hanno tratto in arresto un cittadino di origine algerina per false dichiarazioni sulla propria identità



LIVORNO — I Carabinieri della Stazione di Montenero hanno tratto in arresto un cittadino di origine algerina per false dichiarazioni sulla propria identità, possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi.

Ecco quanto riferito dall'Arma:"Alle ore 12.15 circa, i militari durante il regolare servizio di controllo del territorio, venivano inviati dalla locale Centrale Operativa presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate di Livorno di Via Lampredi, in quanto perveniva la segnalazione di un dipendente, che palesava dei dubbi in relazione all’identità di un soggetto presentatosi cpresso i suddetti uffici.

Appena giunti sul posto, i militari acquisivano da un dipendente immediatamente la carta di identità, rilasciata dal Comune di Roma, riportante l’effigie fotografica di un uomo ancora presente nei loro uffici, nato in Algeria, ma di nazionalità italiana, che l’aveva consegnata poco prima.

Le generalità indicate sul documento, già da un primo controllo, destavano sospetto, non essendovi alcuna corrispondenza con la Banca dati Nazionale delle anagrafiche e risultando del tutto sconosciuto anche all’Ufficio Immigrazione.

I Carabinieri chiedevano delucidazioni al nordafricano, il quale insisteva nel confermare le generalità riportate sul documento.

In ragione dei dubbi persistenti sull’effettiva identità dell’uomo, quest’ultimo veniva condotto presso gli Uffici del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Livorno dove, a seguito di ulteriori verifiche, si accertava definitivamente la falsità dell’identità e del documento.

Il 59enne algerino, dichiarato in stato di arresto, è adesso a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida e dei provvedimenti del caso". 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Lavoro

Politica