Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:59 METEO:LIVORNO14°  QuiNews.net
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
lunedì 08 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Meghan da Oprah: «Mi vergognavo a dirlo, ma non volevo più essere viva»

Attualità domenica 27 dicembre 2020 ore 19:20

Livorno fra le capitali del Vaccine Day

La prima vaccinazione anti-Covid all'ospedale di Livorno

Anche all'ospedale labronico oggi sono stati eseguiti i primi vaccini contro il Covid-19. In tutto 45 persone, per primi i medici Carneglia e Sani



LIVORNO — Sono in tutto 45 gli operatori sanitari (18 infermieri, 8 medici, 8 tecnici 6 Oss, 2 amministrativi, 1 specializzando, 1 dirigente sanitario e 1 rappresentante di Estar) che per primi sono stati vaccinati oggi contro il Covid-19 all'ospedale di Livorno. I primi due vaccinati sono stati il direttore dell’ospedale Luca Carneglia e il primario delle Malattie Infettive Spartaco Sani

L'arrivo delle 45 dosi di vaccino all'ospedale di Livorno

“Il vaccino rappresenta sicuramente una delle armi necessarie nella battaglia contro il coronavirus – ha affermato Luca Carneglia – e per questo invito tutti a cogliere l’opportunità offerta dal nostro sistema sanitario che lo mette a disposizione gratuitamente di tutti i cittadini. Pensavo che sarei stato l’ultimo a poterlo fare lasciando questa possibilità agli operatori impegnati in prima linea con il Covid, ma quando mi è stato chiesto di essere il primo a dare l’esempio non ho avuto alcune esitazione e stiamo lavorando affinché possibilità sia estesa al più presto a tutti”.

“È stato un anno molto complicato – ha ammesso il primario Sani – che ci ha visto protagonisti nostro malgrado della più grande emergenza sanitaria planetaria dell’ultimo secolo. Sono felice che sia arrivato questo giorno e soprattutto questo vaccino per il quale mi sono offerto senza alcun dubbio. Adesso è importante che anche la cittadinanza possa avere accesso a questa possibilità e che tutto proceda nel migliore dei modi per arrivare finalmente alla fine di questo incubo. Nel frattempo sarà importante continuare a seguire le consuete indicazioni di prevenzione legate all’uso delle mascherine, alla distanza sociale e al lavaggio costante delle mani”.

Tra i presenti a Livorno per salutare il Vaccine-Day anche il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, il sindaco Luca Salvetti e il direttore generale della Azienda Usl Toscana nord ovest, Maria Letizia Casani.

“Si tratta di un giorno storico – ha detto Casani – per la nostra Azienda e per tutta la comunità. Oggi sono arrivate le prime 135 dosi di vaccino somministrate nelle sedi di Livorno, Lucca e Massa. È solo un’anticipazione di quello che avverrà a partire dai prossimi giorni con la più grande opera per tempi e per modi di vaccinazione che sia mai stata fatta. In prima battuta, come da indicazioni ricevute, procederemo a vaccinare gli operatori del sistema sanitario che devono garantire la tenuta del sistema e gli anziani delle Rsa in quanto categoria più fragile che è stata duramente attaccata dal virus in questi mesi. Da oggi confidiamo di essere un passo più vicini alla fine della pandemia”.


In rappresentanza della Regione Toscana erano presenti l'assessora Alessandra Nardini e il consigliere Francesco Gazzetti. "Ho visto nei vaccinatori e nei vaccinati i volti più belli ed emozionati di questa domenica di speranza - ha detto Nardini -. Oggi è un giorno di speranza perché con le prime vaccinazioni si apre una nuova fase nella lotta al virus. Vaccinarsi è importantissimo, poiché significa proteggere se stessi e gli altri, soprattutto le persone più fragili. La vaccinazione della popolazione è una condizione necessaria per fermare definitivamente i contagi e raggiungere la cosiddetta immunità di gregge"

"Dobbiamo però tenere sempre ben presente che per arrivare a questo obiettivo sarà necessario ancora tempo - ha ricordato l'assessora regionale -, durante il quale è fondamentale non abbassare la guardia e continuare ad adottare i soliti efficaci comportamenti anti-contagio: mascherina, igienizzazione frequente delle mani, distanziamento fisico. Così facendo e vaccinandoci riusciremo finalmente a lasciarci alle spalle questo periodo così lungo e così difficile. Desidero ringraziare il personale sanitario, le ricercatrici e i ricercatori per il lavoro incredibile in questi mesi durissimi e per questa grande campagna di vaccinazione. In questo momento, poi, è inevitabile che un pensiero vada a chi sta ancora combattendo il virus, a chi non ce l'ha fatta e alle loro famiglie".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità