Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:00 METEO:LIVORNO15°17°  QuiNews.net
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
lunedì 17 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni e l'idea di Palazzo Chigi: «Sono pronta a fare quello che gli italiani mi chiedono»

Sport lunedì 12 aprile 2021 ore 18:50

Muore il tecnico che fece volare il Rugby Livorno

Marco Bollesan (foto da Federugby)
Marco Bollesan (foto da Federugby)

Avrebbe compiuto 80 anni a Luglio Marco Bollesan, leggenda della palla ovale in Italia. Guidò la squadra Livornese dal 1989 al 1993



LIVORNO — È morto a 79 anni (ne avrebbe compiuti 80 il prossimo mese di Luglio) Marco Bollesan, una leggenda della palla ovale italiana.

Al suo nome è legato un periodo ricco di soddisfazioni del Rugby Livorno

Bollesan è stato allenatore della squadra biancoverde per quattro stagioni, dal 1989/90 al 1992/93. Sotto la sua guida, i labronici sono riusciti a raggiungere prestigiose mete. 

Nell’annata di A1 1989/90, il Rugby Livorno, targato Corime e con David Knox mediano di apertura, raggiunse la sesta posizione in A1 (il massimo campionato domestico). Si tratta del miglior piazzamento in assoluto mai raggiunto dal Rugby Livorno in questi primi 90 anni d’attività. 

In quel campionato, memorabili, tra le altre, le vittorie con il Benetton Treviso (allo stadio Picchi) e con L’Aquila (sia in trasferta, sia in casa). Con Bollesan allenatore, il Rugby Livorno ha colto, sempre in A1, nella stagione 90/91, l’ottavo posto. Poi dodicesima piazza e sfortunata retrocessione in A2 nell’annata 91/92 e la ricostruzione con tanti giovani provenienti dal vivaio, in A2, nella stagione 92/93 (con un buonissimo quinto posto). 

Il Rugby Livorno 1989-90

Il Rugby Livorno 1989-90

I funerali di Bollesan sono in programma martedì 13 Aprile alle 11,30 nella Chiesa di Sant’Antonio a Boccadasse, Genova.

Ecco come la Fir, con una nota sul suo sito ufficiale, ricorda la figura di Bollesan: "Quarantasette volte azzurro, trentaquattro volte capitano della Nazionale, Commissario Tecnico alla prima Rugby World Cup del 1987, Team Manager nelle rassegne iridate del 2003 e del 2007, fondatore delle Zebre nella loro forma originaria di invitational club italiano.

Leggenda non è un termine abusato quando lo si lega al nome di Marco Bollesan, Azzurro numero 193, unico rugbista inserito dal Coni nella Walk of Fame che attraversa il Parco del Foro Italico, scomparso ieri sera 11 Aprile a Genova.

Dal suo debutto con l’Italia, nemmeno ventiduenne il 14 Aprile del 1963 a Grenoble contro la Francia, un’istituzione del rugby azzurro, una bandiera, un simbolo in anni in cui la palla ovale era lontanissima dai riflettori odierni e il Sei Nazioni, per il nostro rugby, più un sogno che un’ambizione.

Nato a Chioggia ma cresciuto a Genova, flanker nelle fila del CUS del capoluogo ligure, dopo essersi imposto come una delle migliori terze linee del panorama nazionale era passato alla Partenope conquistando il titolo di Campione d’Italia del 1966 prima di rientrare al suo club d’origine, sfiorando per tre anni il titolo tricolore con i genovesi per poi conquistarlo nel 1975 con la maglia del Brescia, nello stesso anno della sua ultima apparizione in azzurro contro la Cecoslovacchia a Reggio Calabria.

In carriera aveva avuto il privilegio di capitanare l’Italia in occasione dello storico tour sudafricano del 1973, uno dei punti di svolta nella storia della palla ovale nostrana e, nello stesso anno era stato tra i soci fondatori delle Zebre.

Nominato Commissario Tecnico, in tandem con Gianni Franceschini, nel primo mandato della presidenza Mondelli, aveva guidato la Nazionale alla prima Rugby World Cup del 1987 in Nuova Zelanda, sfiorando l’accesso ai quarti di finale.

Tra il 2002 ed il 2008 era rientrato nello staff della Nazionale come Team Manager durante le gestioni di John Kirwan e Pierre Berbizier, ultimi passi professionali di una vita interamente dedicata al servizio del rugby italiano".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Codice giallo per mareggiate sulla Costa degli Etrusche e l’Arcipelago, emanato dalla Sala operativa della protezione civile
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità