Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:LIVORNO6°  QuiNews.net
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
giovedì 09 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Fedez strappa la foto del viceministro Bignami vestito da nazista

Attualità sabato 02 giugno 2018 ore 19:04

In marcia contro le armi a Camp Darby

Foto Facebook Tommaso Grassi

Oltre 450 persone hanno protestato davanti alla base USA contro il potenziamento della ferrovia destinata al trasporto della armi



PISA — Sono arrivati da tutta la Toscana i manifestanti che hanno protestato davanti ai cancelli della base statunitense di Camp Darby contro il progetto di potenziamento infrastrutturale della ferrovia che sarà destinata al trasporto delle armi. 

Cinque chilometri percorsi a piedi dai manifestanti partiti dalla chiesa di San Piero a Grado a Pisa, per lo più appartenenti al mondo della sinistra e del sindacalismo di base.

Sul volantino distribuito fuori dalla base si legge: “Per costruire la ferrovia abbatteranno mille alberi. Il fosso dei Navicelli da tempo è oggetto di lavori tra bonifica, ampliamento e dragaggio. Sono soldi pubblici usati, dicono gli amministratori locali, per rilanciare l'economia e nel frattempo i soli a beneficiarne sono i comandi militari Usa che potranno trasportare le armi alla banchina del porto di Livorno loro riservata per il rifornimento di navi da guerra o addette alla logistica"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Durante la notte è accaduto un incidente in cui è rimasto ferito un ragazzo di 24 anni che era a bordo di un'auto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità