Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:47 METEO:LIVORNO18°21°  QuiNews.net
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
mercoledì 28 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il gasdotto Nord Stream perde, il video del mar Baltico che gorgoglia

Lavoro giovedì 22 settembre 2022 ore 18:31

Stato agitazione nei porti, Guerrieri media

Un momento dell'incontro

I sindacati dopo 10 giorni di sciopero: "Apprezziamo impegno del presidente Guerrieri per ricomporre il filo del dialogo con il mondo delle imprese"



LIVORNO — Lo stato di agitazione dei lavoratori del sistema portuale livornese (Livorno, Piombino e Elba) si protrarrà fino al prossimo 4 Ottobre: fino a questa data è stato deciso il blocco degli straordinari. La decisione è stata presa al termine dell'incontro avuto oggi con il presidente dell'Autorità di sistema portuale Luciano Guerrieri. 

"Si è trattato di un incontro sicuramente positivo", hanno commentato in una nota congiunta Giuseppe Gucciardo (Filt-Cgil)Dino Keszei (Fit-Cisl) e Gianluca Vianello (Uiltrasporti).

"L'adesione allo sciopero dei lavoratori portuali previsto per l'intera giornata di oggi è attualmente intorno al 95%. - hanno proseguito - Un ottimo risultato, che conferma la compattezza del fronte dei lavoratori e il loro bisogno di ottenere risposte in termini di sicurezza, salute e salario. L'authority, che ringraziamo ancora una volta per la disponibilità, ha dichiarato che sin dai prossimi giorni proseguirà nella sua opera di mediazione con i rappresentanti del mondo delle imprese per cercare di trovare soluzioni sostenibili soprattutto in tema di riorganizzazione del lavoro portuale, riduzione del precariato e contenimento del lavoro straordinario. Apprezziamo l'impegno del presidente Guerrieri per cercare di ricomporre il filo del dialogo con il mondo delle imprese e per arrivare ad una mediazione degli interessi in campo".

I lavoratori, dopo 10 giorni di sciopero, attendono risposte concrete. Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti continueranno a mantenere alta l'attenzione, pronte, nel caso ce ne fosse bisogno, ad alzare nuovamente il livello della protesta.

Il presidente dell'Autorità di Sistema portuale Luciano Guerrieri ha ascoltato le istanze presentate dalla delegazione sindacale salita a Palazzo Rosciano. 

I sindacati hanno chiesto direttamente a Guerrieri delle riposte certe su una molteplicità di temi. Tra questi la revisione del modello tariffario tra le imprese portuali, la lotta al precariato e il contenimento delle ore di straordinario nei limiti delle previsioni vigenti, sono i punti di caduta di un piano di azione concreto che già nei giorni scorsi l’Adsp aveva dichiarato alle parti di voler portare avanti, nell’ambito di una complessiva ridefinizione del modello organizzativo del lavoro in porto.

Pur ribadendo la propria amarezza per il fallimento di una trattativa che era stata incardinata su un binario positivo, Guerrieri si è mostrato disponibile ad agire per tentare una riapertura del tavolo, invitando i sindacati a interrompere le ostilità e a presentare una nuova piattaforma programmatica.

“Comprendo il malessere dei portuali e, con esso, la necessità di dare risposte ai lavoratori” ha detto, aggiungendo di volersi impregnare per raggiungere risultati concreti in tal senso.

Guerrieri ha anche confermato di voler continuare a svolgere attività di controllo in porto per verificare il rispetto della Regolamentazione sugli avviamenti al lavoro del personale impiegato presso le imprese portuali, oltre all’impegno per un percorso di ristrutturazione dell’Alp, la società autorizzata a fornire in via esclusiva manodopera qualificata alle imprese portuali.

Su quest’ultimo tema la convinzione è che un nuovo articolo 17 adeguato alle nuove esigenze dettate dal mercato possa contribuire a definire degli schemi organizzativi utili a risolvere la maggior parte dei problemi di precarietà in porto, tra cui quelli lamentati dai lavoratori di Intempo, verificando su questo punto entro pochi giorni la disponibilità del mondo imprenditoriale ad assumere i primi impegni.

“Questi sono tutti punti che ci orientano verso il conseguimento del bene comune della intera comunità portuale e che cercherò di perseguire a prescindere dalla evoluzione che avrà la vertenza”, ha concluso Guerrieri.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il numero dei tamponi positivi torna a tre cifre: sono oltre 200 i contagi accertati nelle ultime 24 ore sul territorio livornese
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Tito Barbini

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità