Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:LIVORNO23°27°  QuiNews.net
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
sabato 13 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video della violenta grandinata che si è abbattuta su Milano: i chicchi danneggiano le carrozzerie delle auto
Il video della violenta grandinata che si è abbattuta su Milano: i chicchi danneggiano le carrozzerie delle auto

Cronaca martedì 18 giugno 2024 ore 11:52

Traffico di anabolizzanti per 250mila euro

Due uomini sono stati arrestati dai carabinieri dopo che i loro movimenti sospetti hanno portato alla perquisizione della loro casa



COLLESALVETTI — Un 47enne italiano e un 20enne di origini tunisine, entrambi con precedenti, sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Cecina, in collaborazione con quelli della Compagnia di Livorno, con l'accusa, in concorso, di detenzione ai fini di spaccio di sostanze anabolizzanti e di detenzione abusiva di armi. 

Come si legge in una nota dell'Arma, qualche giorno fa i carabinieri hanno effettuato alcune perquisizioni svolte di iniziativa per la ricerca di armi, per verificare alcuni sospetti maturati nel corso dei capillari servizi di controllo del territorio che sono stati intensificati ad hoc proprio per contrastare le situazioni maggiormente degradate dei centri urbani labronici e contrastare ogni forma di reato che possa minare lo stato di legalità sui diversi centri urbani all’inizio della stagione estiva.

I due uomini per i loro movimenti avevano destato i sospetti dei carabinieri  che quindi hanno deciso di approfondire la questione facendo controlli nella loro casa di Collesalvetti.

Dalla perquisizione in casa i due sono stati sorpresi possedere una pistola a salve del tipo di quelle utilizzate dalle forze di polizia, verosimilmente modificata e privata del tappo rosso, con all’interno un bossolo incastrato nell’otturatore in apertura e caricatore inserito, riposta sopra un armadio di una camera da letto. 

All’interno di un cassetto della scrivania in soggiorno è stata trovata un’altra pistola a tamburo calibro 22 marca Volcanic priva di matricola. Inoltre nell’appartamento è stato trovato un grande quantitativo di medicinali cosiddetti anabolizzanti classificati sostanze stupefacenti quindi vietati. 

La conferma che si trattasse di soggetti dediti a traffici illeciti è stata poi fornita dal ritrovamento di una ingente somma di denaro contante: ben oltre euro 250.000 suddivisi in banconote di vario taglio.

Il materiale è stato trovato all’interno di un borsone e due valigie nascoste nella soffitta dell’abitazione, accessibile da una scala estensibile che si chiude senza poter notare la sua esistenza.

Le armi e tutto il restante materiale e l’ingente somma di denaro sono stati sottoposti a sequestro e i due uomini sono stati arrestati in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e anabolizzanti e per detenzione illegale di armi e munizioni.

All’esito dell’udienza di convalida, il giudice del Tribunale di Livorno ha confermato per i due la detenzione cautelare in carcere, decretando inoltre che l’ingente somma di denaro nella disponibilità degli arrestati, ritenuta collegata al commercio delle sostanze, sia sottoposta a sequestro preventivo ai fini della confisca.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il dottor Emilio Pasanisi, direttore della Cardiologia di Livorno, è stato nominato referente per la Asl Toscana nord ovest
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Cronaca

Cronaca