QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 11°21° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
giovedì 25 aprile 2019

Attualità martedì 19 marzo 2019 ore 14:43

Rifiuti, Livorno tra le città virtuose

Raggiunta quota 65,9% di differenziata. Calo verticale dell’indifferenziato. Nogarin: “Obiettivo raggiunto, ora puntiamo al 75% entro il 2021”



LIVORNO — La raccolta differenziata dei rifiuti nel Comune di Livorno a febbraio ha raggiunto quota 65,9%.

Un incremento di quasi 17 punti percentuali rispetto al febbraio del 2018, quando la percentuale complessiva si era assestata al 49,04%.

“Da quindici giorni a questa parte, Livorno non è più fuorilegge per quanto riguarda la percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti. In meno di due anni abbiamo fatto quello che si sarebbe dovuto fare nel 2012: portare la percentuale di raccolta in linea con quanto prescritto dall’Unione europea”.

Così il sindaco di Livorno Filippo Nogarin commenta il raggiungimento di un obiettivo strategico quale il miglioramento della raccolta differenziata dei rifiuti.

“Finalmente - prosegue il sindaco - siamo entrati nell’elenco delle amministrazioni virtuose e per questo io voglio ringraziare prima di tutto i cittadini di Livorno che ogni giorno si impegnano per differenziare correttamente i rifiuti. Sono loro i principali attori di questo cambiamento. E poi un grazie va ai lavoratori di Aamps che si sono saputo adattare a un modello nuovo dimostrando impegno e serietà”.

Per ringraziare la cittadinanza del risultato raggiunto, l’amministrazione ha deciso di avviare, insieme ad Aamps, una campagna di affissioni di 200 manifesti in tutta la città.
A partire da lunedì 25 marzo, verranno affissi 100 manifesti 70x100 e altri 100 manifesti 100x140.


“Questo - aggiunge l’assessore all’Ambiente Giuseppe Vece - non è un banale risultato numerico, ma una vera e propria svolta green per l’intera città. Abbiamo di fatto posto le basi per lo sviluppo di un’economia circolare virtuosa, che è la condizione essenziale per ridurre la nostra produzione di rifiuti e dare così le prime risposte concrete ai ragazzi che hanno riempito le piazze di mezzo mondo durante il FridaysForFuture”.

“Un esempio - prosegue Vece - è quello della raccolta dell’umido: siamo passati dalle 718 tonnellate raccolte nel febbraio 2018 alle 1.220 tonnellate di quest’anno. Un incremento della produzione di organico di qualità che ritornerà ai cittadini sotto forma di compost gratuito, regalato da noi e da Aamps, proprio come abbiamo fatto nei giorni scorsi. L’altro grande risultato è quello legato alla drastica riduzione della produzione di indifferenziato”



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca