Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:54 METEO:LIVORNO15°21°  QuiNews.net
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
sabato 23 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tragedia sul set, Alec Baldwin spara e uccide la direttrice della fotografia

Cronaca martedì 28 settembre 2021 ore 09:25

Fiumi di droga tra Livorno e la Sardegna

Operazione Mandra: i carabinieri hanno smantellato un'organizzazione con base nel Pisano che esportava via mare eroina e marijuana



LIVORNO — 11 indagati e 7 custodie cautelari. Sono i numeri dell'operazione Mandra, che ha stroncato un traffico di stupefacenti tra la Toscana e la Sardegna.

Nelle prime ore di questa mattina, i carabinieri del nucleo Investigativo del comando provinciale di Livorno, con il supporto dei comandi territoriali, hanno dato il via all'esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 7 persone, italiane ed albanesi, ritenute responsabili di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti e traffico illecito di sostanze stupefacenti, localizzate nelle province di Livorno, Pisa, Cagliari, Nuoro e Mantova.

L'ordinanza è stata emessa dal Gip del tiibunale di Firenze su richiesta della direzione distrettuale antimafia.

Al comando del traffico, secondo quanto emerso nel corso delle indagini, ci sarebbe stato un 44enne sardo residente nel Pisano, che poteva contare su un’organizzazione che con sistematicità provvedeva ad esportare la droga dal continente alla Sardegna. L’uomo, infatti, reperiva la droga, di varia tipologia (marijuana, cocaina ed eroina), da due cittadini albanesi residenti a Livorno, ed arruolava i corrieri che, via mare, portavano lo stupefacente in Sardegna. Sull’isola, il narcotico veniva consegnata ad un suo referente che, a sua volta, attraverso una collaudata rete di distribuzione, provvedeva alla commercializzazione al dettaglio.

L’organizzazione aveva una vera e propria base logistica: un'azienda agro-pastorale in provincia di Pisa, gestita dal 44enne, dove veniva stoccato e confezionato lo stupefacente poi consegnato ai corrieri.

Tra Giugno e Ottobre 2020, una persona è stata tratta in stato di fermo e sono stati sequestrati 30 chili di marijuana mentre un altro indagato è stato arrestato in flagranza per il possesso di 2,8 chili di eroina. Inoltre sono stati documentati altri 3 episodi di fornitura di droga al mercato sardo: circa 100 chili di stupefacenti di varia tipologia. 11 gli indagati: per 6 di loro è scattata un'ordinanza di custodia cautelare in carcere (ma al momento uno di loro è irreperibile). Per un settimo complice è scattato l’obbligo di dimora.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'adolescente è morto nella serata di ieri buttandosi dal sesto piano di una palazzina. Sul posto è intervenuto il 118 ma non c'era più niente da fare
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca

Attualità