Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:55 METEO:LIVORNO23°27°  QuiNews.net
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
mercoledì 28 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo2020, Federica Pellegrini: «Senza Matteo avrei smesso qualche anno fa»

Cronaca sabato 12 giugno 2021 ore 18:00

Inceneriti 3330 chili di cocaina

Sono il frutto del sequestro dell'operazione “Marshall”. Inceneriti 3.330 chili di cocaina al termovalorizzatore di Livorno



LIVORNO — I Carabinieri del Nucleo Investigativo hanno distrutto, due giorni fa, presso il termovalorizzatore di Livorno l’ingente carico di cocaina sequestrato nell’ambito dell’operazione “Marshall”.

L'operazione avvenne nella mattinata del 24 febbraio 2020, quando i militari, su ordine della Direzione Distrettuale Antimafia di Firenze, sequestrarono 3.330 chili di cocaina. Lo stupefacente, proveniente dalla Colombia, era occultata in 90 borsoni, trovati all’interno di un container imbarcato su una nave, battente bandiera delle Isole Marshall, diretta a Marsiglia.

I Carabinieri, autorizzati dalla stessa Autorità Giudiziaria ( vedi articoli correlati ), dettero vita alla cosiddetta “consegna controllata”, attraverso la sostituzione del carico di cocaina con della farina. In questo modo, l’attività dell’Arma consentì alla polizia francese di arrestare la base dell’organizzazione criminale nello scalo marittimo provenzale che, dopo aver scaricato lo stupefacente, lo avrebbe commercializzato nel mercato europeo.

Si è trattato del più ingente sequestro di droga degli ultimi 27 anni in Italia.

"Dopo aver completato tutte le analisi sull’enorme quantitativo sequestrato, che hanno confermato l’eccezionale grado di purezza, su disposizione della Direzione Distrettuale Antimafia di Firenze, il Comando Provinciale dell’Arma di Livorno ha organizzato la complessa operazione di distruzione di tutta la droga all’interno dell’inceneritore di via dell’Artigianato", hanno spiegato dal Comando.

È stato approntato un imponente dispositivo di sicurezza. Il carico, del valore di circa mezzo miliardo di euro, è transitato in orario diurno.

Oltre 30 i Carabinieri impiegati. Sotto il coordinamento della Centrale Operativa di Livorno, il trasporto è stato eseguito da un convoglio composto da 2 furgoni, contenenti i 3.300 chili di cocaina, scortati da equipaggi del Reparto Operativo, dai motociclisti e da una pattuglia della Sezione Radiomobile della Compagnia di Livorno, con il supporto di 2 Aliquote di Primo Intervento del Comando Provinciale di Pisa.

La viabilità è stata assicurata dalla Polizia Municipale di Livorno.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Negli ultimi 7 giorni la zona livornese ha visto registrare 154 nuovi casi positivi, con una impennata soprattutto per il capoluogo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Sport

CORONAVIRUS

Cronaca