Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:LIVORNO18°23°  QuiNews.net
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
sabato 23 settembre 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
«Sono il pilota del jet caduto, mandate un'ambulanza?»: la surreale telefonata tra il marine e il 911

Attualità lunedì 29 maggio 2023 ore 16:06

Giovanisì, il camper fa tappa a Livorno

Il camper ha fatto sosta al Cecioni di Livorno. Era presente anche il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani



LIVORNO — Questa mattina, 29 Maggio, il mezzo e il suo staff hanno fatto tappa al polo liceale Cecioni; con gli studenti e le studentesse c’era il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, che ha ricordato anche la figura di don Lorenzo Milani


Ha fatto sosta a Livorno quest’oggi, lunedì 29 maggio, il camper di Giovanisì in Tour, in viaggio dalla metà dello scorso aprile nelle scuole della Toscana per presentare le opportunità che il progetto regionale per l’autonomia dei giovani offre alle ragazze e ai ragazzi toscani fornendo loro strumenti ed informazioni utili al fine di orientarsi nel mondo del lavoro, della formazione e dell’imprenditoria.


Questa mattina il mezzo e il suo staff hanno fatto tappa al polo liceale Cecioni. Con gli studenti e le studentesse c’era il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, accolto dal vicepresidente della Provincia di Livorno e presidente del Consiglio comunale livornese, Pietro Caruso, dal dirigente dell’Ufficio scolastico regionale, Roberto Curtolo, nonché dall’amministratore delegato di Toscandia, società capofila dei donatori del camper, Giuseppe Barelli.


Come prevede il format del Tour, il team a bordo del camper, insieme allo staff di Giovanisì, ha raccontato alle ragazze e ai ragazzi, con modalità innovative e multimediali, le numerose opportunità del progetto regionale.


Il presidente Giani, dopo aver ricordato la figura di educatore di don Lorenzo Milani celebrata nei giorni scorsi dalla Regione assieme al presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, ha spiegato che “la Toscana vuole essere una Regione amica dei giovani, un’istituzione protesa verso di loro e le loro esigenze, perché crediamo che questa sia una terra che offre ad ognuno la possibilità di realizzarsi”. 

E ancora: “Non siamo qui per dire ai giovani cosa devono fare, ma per sottolineare che la Regione offre tanti strumenti per sostenere le proprie ambizioni e per invitare ragazze e ragazzi ad essere tra i propri coetanei ambasciatori del progetto Giovanisì, che offre opportunità per costruire un presente e un futuro liberi e autonomi”.


“Questi momenti promossi dalla Regione Toscana con Giovanisì sono importanti e possono servire per il futuro perché i ragazzi e le ragazze, in questo modo, possono scegliere meglio la propria strada formativa e lavorativa”, ha affermato Caruso.


“L’iniziativa di oggi con questo camper itinerante che si sta muovendo in tutte le scuole della Toscana è un’opportunità fondamentale per gli studenti, per stimolare la loro attenzione sui percorsi post diploma ed essere in grado di mettere a frutto i loro talenti” , ha aggiunto Curtolo.
“Siamo orgogliosi di essere parte del progetto molto ambizioso e volto a tutelare il nostro futuro”, ha precisato Barelli.

“Nel mondo dei veicoli industriali stiamo passando un momento difficile perché non abbiamo ricambio generazionale. Il nostro settore, benché altamente tecnologico e in piena trasformazione legata alla transizione ecologica, non è considerato attrattivo dai giovani in parte perché poco conosciuto e in parte perché ancora legato allo stereotipo del ‘camionista’ in una accezione negativa. La pandemia ha però messo in luce quanto il settore sia necessario per l’economia di un Paese”.


La tappa odierna è una delle ultime prima della pausa estiva. Domani il camper sarà, sempre a Livorno, all’Iis Vespucci Colombo. Poi arriverà in provincia di Massa Carrara per concludere la prima parte del Tour: il 31 maggio all’Iis Meucci di Massa e il giorno successivo, 1° giugno, allo scientifico Marconi di Carrara per l’ultima sosta in vista della ripartenza dal prossimo mese di settembre. Il Tour andrà in “ferie”, dunque, dopo aver toccato tutte le province toscane.


All’insegna dello slogan “In viaggio per il tuo presente”, finora il camper ha incontrato oltre 5000 tra studentesse e studenti. Ben 21 sono stati finora gli istituti toscani – professionali, tecnici e licei – in cui ha fatto tappa, oltre 300 le classi coinvolte e circa 4000 i chilometri percorsi.
Del team del camper, fa parte anche l’associazione Lo Stanzone delle Apparizioni, gruppo di formatori, provenienti dal mondo del teatro, che raccontano le opportunità del progetto regionale per l’autonomia dei giovani attraverso anche un confronto diretto con gli studenti e con le studentesse per raccogliere i loro bisogni sulla Toscana che vorrebbero.


È stata inoltre usata la piattaforma Mentimeter, che permette di realizzare sul momento sondaggi interattivi, a cui hanno partecipato oltre 4.600 giovani nel corso delle tappe. Dai dati raccolti emerge che il 65 per cento dei ragazzi e delle ragazze interpellate non ha ancora le idee chiare sul futuro. Oltre il 50 per cento dei partecipanti, dopo la scuola vorrebbe proseguire gli studi, iniziare a lavorare o fondare una propria attività, infine più dell’86 per cento dichiara di trovare giusto che la Regione investa tempo e risorse nel supportare le nuove generazioni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno