QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
LIVORNO
Oggi 28°35° 
Domani 25°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News livorno, Cronaca, Sport, Notizie Locali livorno
martedì 25 giugno 2019

Elezioni domenica 19 maggio 2019 ore 18:25

"Per Livorno" si impegna su venti punti chiave

Barbara La Comba

Barbara La Comba ed i candidati della Lista civica Per Livorno insieme hanno sottoscritto un impegno con la città in 20 punti



LIVORNO — Venti punti per Livorno, sottoscritti dalla candidata sindaco Barbara La Comba e da tutti i candidati di "Per Livorno", con i quali promettono di poter "innescare finalmente un periodo di rinascita della città, senza le bandiere che fino ad oggi la hanno divisa". Tra le venti promesse anche quello di devolvere il gettone di presenza in consiglio comunale per progetti sociali, "testimonianza chiara ed oggettiva di una politica da sempre portata avanti come volontariato, con dedizione e generosità verso la città".

Di seguito i 20 punti sottoscritti da "Per Livorno".

1. Predisposizione del Piano di emergenza della città nei tempi più rapidi possibili dando priorità alla definizione delle procedure di coordinamento anche con la popolazione ed integrazione con il piano di emergenza del porto.

2. Restituzione ai residenti di quanto indebitamente pagato per il tagliando nelle ZTL: sono introiti non ammissibili senza piano del traffico che va completato il prima possibile, concertandolo con associazioni e cittadinanza.

3. A vantaggio del centro e degli ambulanti: destinare bandi pubblici per sostenere la riqualificazione dell'area mercatale consentendo ampliamenti e semplificazioni delle concessioni in funzione della qualità dei servizi offerti nell’area per permettere aperture prolungate anche del Mercato Centrale.

4. Per un turismo che funzioni: apertura dell'ufficio informazioni turistiche in piazza Grande dopo averne integrato l’attuale bando, applicazione di una tassa di sbarco per tutti i pullman che portano i turisti in altre città e revisione delle modalità di riscossione della tassa di soggiorno finalizzata a poter realizzare gli interventi a sostegno del turismo.

5. Individuazione di una fondazione a cui affidare il rilancio dei poli museali cittadini e del premio rotonda di pittura con una gestione manageriale da integrare con un impegno sulla fondazione Goldoni a destagionalizzare la programmazione con eventi estivi esterni per valorizzare i siti culturali; collaborazione con altri teatri della toscana per avviare coproduzioni teatrali.

6. Individuazione di un assessorato al turismo ed al rilancio della memoria storica di Livorno che sappia creare attrattiva attraverso la valorizzazione dei monumenti e delle tradizioni storiche di Livorno, primo tra tutti il Palio marinaro. Massimo impegno per la creazione di informativa in città sui monumenti ed i percorsi turistici. Una nuova destinazione per la Fortezza Nuova, fonte di lavoro e di reddito attraverso un bando che promuova la struttura come parco tematico storico con allestimenti permanenti ed eventi.

7. Far rinascere l’Ippodromo impedendo speculazioni è possibile. Ci impegniamo a valorizzare gli spazi realizzando un'area Expo attrezzata per mostre temporanee per fare di Livorno la vetrina per la Toscana. Un centro multidisciplinare che consenta anche di valorizzare anche rappresentazioni storiche mantenendo comunque l’allevamento dei cavalli anche proponendo percorsi sanitari di ippoterapia.

8. Lo sviluppo dell’industria è possibile anche nel territorio livornese con azioni mirate di bonifica e con l'avvio dei procedimenti amministrativi per svincolare le aree limitrofe al porto industriale. In questo percorso è fondamentale che il nuovo Sindaco abbia la capacita di ricucire i rapporti con la Regione ed i comuni delle aree limitrofe.

9. Revisione del piano strutturale in accordo con il comune di Collesalvetti e di Pisa. Una programmazione che coinvolga più amministrazioni anche per una integrazione delle infrastrutture a vantaggio di tutti.

10. Un percorso partecipato per scegliere la destinazione dell'area liberata dal trasferimento del mercato ortofrutticolo (Via Sgarallino).

11. Potenziamento del ruolo sociale di Casalp: rideterminazione del canone concessorio del Comune e devoluzione del gettito per la lotta alla morosità (pare Euro 13milioni) ed alla gestione della manutenzione.

12. Massimo impegno per aiutare l’ASL nell’individuazione di strutture di presidio territoriale atte ad ospitare le Case della salute. E ‘dovere di ogni amministrazione locale pretendere che sul territorio ci sia una adeguata dotazione del personale socio-sanitario proporzionale alle esigenze della popolazione con l’obiettivo di abbattere delle liste di attesa e di ridurre gli accessi al pronto soccorso. Ristrutturazione di un sistema territoriale che sappia prendere in carico le cronicità, i problemi psichiatrici, la ludopatia e le tossicodipendenze.

13. Supporto alle famiglie nella presa in carico degli anziani e nella gestione dei portatori di handicap attraverso interventi sulla mobilità ed avvio di una valutazione per destinare le residenze private del centro con canoni concordati agli anziani autosufficienti.

14. Riattivazione dell’utilizzo dell'acquedotto industriale che attraversa la città per irrigare il verde di tutte le vie del centro, dei parchi pubblici e del lungomare.

15. Definizione di protocolli e regolamenti comunali per arrivare all’eliminazione della plastica usa e getta ed alla riduzione della plastica non biodegradabile; attivazione di incentivi per gli esercizi che distribuiscono materiale sfuso.

16. Sessioni di bilancio partecipate con impegno ad assumere proposte vincolanti in materia di opere pubbliche (per almeno il 25% del volume di spesa previsto nel Piano Triennale).

17. Istituzione dei consigli di zona che attraverso elezioni democratiche diano indirizzi vincolanti al Consiglio Comunale e della Giunta in merito alle proposte ed esigenze dei territori.

18. L’amministrazione comunale deve essere riorganizzata e potenziata, a partire da alcuni settori strategici: per rendere più sicura la città c’è bisogno di un controllo maggiore del territorio per cui ci impegniamo a potenziare fino a 45 unita il personale di polizia municipale con priorità alla lotta contro il degrado urbano ma anche 21 unità per un miglioramento dei servizi educativi.

19. Accorpamento e distribuzione equamente le deleghe degli Assessori. 8 Assessori più il Sindaco sono più che sufficienti, un numero superiore è soltanto uno spreco di risorse pubbliche.

20. Rinuncia al gettone di presenza in consiglio comunale da devolvere a progetti sociali.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca